Gabriella Cavaliere

METODO STAMINA / nuove regole per le cure compassionevoli

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ministro lorezin

Ministro lorezin

Dopo quando accaduto con il metodo stamina del Dottor Vannoni il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin ha firmato un nuovo decreto sulle cure compassionevoli che fissa nuove regole per evitare che ai pazienti vengano somministrate terapie senza controlli, non solo al di fuori dalle regole di buona preparazione, ma anche senza autorizzazioni e test successivi.

Il ministro confida che attraverso questo nuovo decreto si possa maggiormente tutelare le  persone malate da possibili truffe e speculazioni  cosi come è successo con il caso stamina ed afferma:

“Il decreto che ho firmato  è importante perché regolamenta in maniera stringente la preparazione su base non ripetitiva e l’utilizzo di medicinali per terapie avanzate al di fuori delle sperimentazioni cliniche, limitandoli esclusivamente a ospedali pubblici, cliniche universitarie o istituti di ricovero e cura a carattere scientifico”.

Il nuovo decreto ministeriale va a sostituire il decreto Turco del 5 dicembre 2006 è prevede che i trattamenti farmacologici su i singoli pazienti, in caso di mancanza di cure o in estrema urgenza, dovranno essere autorizzati dall’Agenzia del farmaco. L’Aifa inoltre dovrà valutare l’efficacia e l’efficienza della nuova terapia. Il rilascio della autorizzazione poi comporterà al produttore il rispetto della normativa sulla qualità e sicurezza e la tracciabilità del prodotto e del paziente trattato, così come l’obbligo di segnalazione di farmacovigilanza.

La legge inoltre sancisce che i farmaci potranno essere utilizzati sotto l’esclusiva responsabilità professionale del medico che li prescrive appunto attraverso una prescrizione medica individuale per un prodotto specifico e destinato a un determinato paziente solo a seguito del consenso informato e l’approvazione del Comitato etico.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *