Gabriella Cavaliere

Torino / Trapianto di vena artificiale ad un bimbo in fin di vita

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Trapianto vaso sanguigno

Trapianto vaso sanguigno

Torino la vita di un bambino di soli quattro anni è stata salvata grazie ad un delicatissimo intervento chirurgico che ha visto il trapianto di un vaso sanguigno artificiale.

L’ intervento ha avuto luogo nel reparto  di Nefrologia del Regina Margherita della Città della salute di Torino, il paziente è un bimbo Yassir di soli 4 anni, di origine africana che presentava dalla nascita una grave malformazione a livello renale.

Nel bimbo i grossi cateteri usati per la dialisi hanno provocato l’ostruzione completa dei vasi venosi centrali che portano al cuore denominate giugulari, succlavie e femorali. Negli ultimi tempi il piccolo sopravviveva solo grazie a un unico catetere centrale tuttavia anche questo dava segni di cattivo funzionamento.

Negli ultimi giorni le condizioni di Yassir erano sensibilmente peggiorate, la creatinina era molto alta non era più possibile effettuare una dialisi e si temeva per la sua sopravivvenza.

Ad intervenire la dottoressa Gabriella Agnoletti, la quale attraverso l’utilizzo di  vasi collaterali e stent coperti, ha creato  un nuovo vaso sanguigno artificiale alternativo  per permettere l’accesso al cuore. In seguito, utilizzando la nuova via creata verso il cuore, è stato posizionato un nuovo catetere centrale che arriva al cuore attraverso il nuovo vaso sanguigno.

I sanitari che hanno assistito il piccolo a seguito dell’intervento così si sono pronunciati:

“Si tratta del primo caso italiano pediatrico di apertura totale di un vaso toracico per permettere la vita di un bimbo. L’intervento è tecnicamente riuscito ed ora il bimbo, ricoverato nel Reparto di Nefrologia, presto potrà tornare a casa”.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *