Gabriella Cavaliere

Meno sale contr il mal di testa e emicranie

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Mal di testa

Mal di testa

Ridurre siginificativamente il consumo di sale previene l’insorgenza di mal di testa ed emicranie. Secondo un recente studio consumando meno sale si evita di far salire la pressione sanguigna, con significativi benefici delle proprie condizioni di salute.

Sembrerebbe che gli episodi di mal di testa possono essere prevenuti riducendo l’assunzione quotidiana di sale. Questo è quanto sostiene una ricerca condotta da un gruppo di studiosi del John Hopkins University di Baltimora nel Maryland e resa nota dalla rivista scientifica British Medical Journal (BMJ).

I risultati dello studio hanno dimostrato come attraverso la diminuzione dei quantitativi di sale quotidiani, si possono ridurre gli episodi di mal di testa fino ad un terzo.

La ricerca è stata condotta su di un campione composto da 400 persone le quali sono state sottoposte all’assunzione durante i pasti di diversi dosaggi di sale, inizialmente 9 grammi , poi sei e infine tre. La durata dell’esperimento per ogni singolo dosaggio di sale, è stata di 30 giorni durante i quali ad ogni singolo partecipante è stato chiesto di prendere delle annotazioni relative a stati emicranici, senso di spossatezza, gonfiore addominale e bocca secca.

Dall’analisi statistica dei dati rilevati si è evidenziato come  una ridotta assunzione di sodio si associava ad un rischio significativamente più basso di emicranie sopratutto nei giovani.

Il Dottor Lawrence Appel, direttore del Centro per la prevenzione, l’Epidemiologia e la Ricerca Clinica presso la Johns Hopkins Medicine di Baltimora, che ha coordinato la  ricerca, ha spiegato a fronte dei risultati ottenuti che sussiste una correlazione  tra la pressione sanguigna e mal di testa di fatti consumando meno sale si abbassa la pressione, si riducono i battiti cardiaci  e diminuiscono i mal di testa.

Gli studiosi a tal proposito così si sono espressi:

vorremmo sostenere con forza che le persone che hanno il mal di testa debbono ridurre il loro consumo di sale che, cosi come potrebbe diminuire i loro mal di testa, avrebbe anche l’effetto molto importante di abbassare la loro pressione sanguigna, e di conseguenza il rischio di un ictus e/o di un infarto”.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *