Gabriella Cavaliere

CANCRO / sempre più facile combatterlo definitivamente

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Oncologia

Oncologia

Il cancro se da un lato sembra essere sempre più diffuso, dall’altro non risulta essere più invincibili come una volta. Confortanti sono i risultati di una ricerca condotta da alcuni Dottori del “Centro di riferimento Oncologico” di Aviano in provincia di Pordenone in Friuli Venezia Giulia che ci dicono che un italiano su quattro risulta essere definitivamente guarito da queste terribili patologie oncologiche.

La ricerca condotta su 800 mila pazienti di età compresa tra i 15 e i 74 anni affetti da 26 tipi di tumori diversi in arco temporale che và dal 1985 al 2005 ha rilevato come il 25% di questi soggetti risultasse fuori rischio o meglio presentasse la stessa speranza di vita di chi non ha mai avuto neoplasie.

I ricercatori hanno però tenuto a precisare che la guarigione risulta essere direttamente correlata alla tipologia di cancro, alla sua localizzazione, allo stadio che ha raggiunto al momento della diagnosi nonché al grado di aggressività. Relativo risulta in oltre essere il tempo a partire dal decorso della patologia tumorale che deve decorrere per poter essere dichiarati completamente guariti.

A tal proposito il Dottor Luigino Dal Maso, epidemiologo del CRO e responsabile dello studio sostiene che dei pazienti con tumore del colon retto, l’80 per cento dei casi potrà essere dichiarato guarito dopo circa 8 anni dalla diagnosi negli uomini e 7 nelle donne. Le donne affette da cancro al seno invece anche se sopravvivono per il 70% dei casi possono essere dichiarate completamente guarite solo dopo 20 anni dal decorso della patologia, il rischio di recidiva per un lungo periodo permette di dichiarare lo stato di guarigione assoluto delle donne solo per il 12 per cento del campione. Altre forme  tumorali invece, quali quelli di testicolo e della tiroide vede  la guarigione raggiungibile in meno di 5 anni mentre tumori come i linfomi di non-Hodgkin, le leucemie e i mielomi vedono il rischio di ricaduta perdurare fino a 20 anni.

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *