Gabriella Cavaliere

Calendario Pirelli 2015 / “viva la donna curvy”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Calendario Pirelli 2015

Calendario Pirelli 2015

Il Calendario Pirelli 2015, finalmente realizza la sua “svolta curvy” grazie alla presenza di Candice Hoffman, senza rinunciare a sensualità e bellezza.

Lo storico calendario Pirelli anche quest’anno ritorna a farci sognare diventando con i suoi 42 anni di età una vera è propria sexy istituzione. Sempre innovativo quest’anno è stato curato dal fotografo di fama mondiale Steven Meisel che ha messo al centro dell’attenzione l’immagine della donna nella sua essenzialità.

Strutturalmente il calendario si propone in maniera classica con 12 foto una per ogni mese più quella di copertina. Le 12 bellissime modelle posano in un look che poco lascia all’immaginazione e che si richiama ai canoni di riferimento del nostro tempo quali la pubblicità il cinema e le tendenze della moda.

Le modelle che hanno avuto l’ onore di posare per il calendario Pirelli 2015 sono: Gigi Hadid, Carolyn Murphy , Cameron Russel, Isabeli Fontana, Adriana Lima, Raquel Zimmermann, Karen Elson, Joan Small , Natalia Vodianova , Sasha Luss, Anna Ewers e per la prima volta Candice Huffine (se vuoi saperne di più puoi leggere il nostro articolo Candice Huffine modella curvy)una modella che per le sue curve esce fuori dai parametri standard utilizzati fin’ora.

Meisel che ha realizzato il servizio fotografico nel mese di maggio, coadiuvato da due preziose collaboratrici Carine Roitfeld, ex direttrice di Vogue e Pat McGrath una talentuosa make-up,  ha così commentato il calendario Pirelli 2015:

A mio avviso sono questi i modelli estetici di riferimento del mondo odierno. Rappresentano gli stereotipi che la moda e lo star system ci impongono in questo momento. Non volevo fare un calendario concettuale, né legarlo a una particolare location, ma 12 manifesti in cui è la donna, con la sua sensualità, la protagonista assoluta di 12 immagini molto diverse tra loro. Volendo limitare l’utilizzo di abiti e accessori e disponendo della massima libertà creativa, ho trovato molto stimolante giocare con i colori, con il trucco, con i materiali. E’ stata un’esperienza molto gratificante”.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *