Enza Ansalone

AUCHAN / 9 maggio sciopero nazionale, previsti 1500 addetti in mobilità

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Auchan dipendenti in mobilità

Auchan dipendenti in mobilità

Auchan supermercati ha avviato le procedure per mettere in mobilità 1500 dipendenti ad essere particolarmente a rischio sono i dipendenti delle sedi del sud Italia specie della Sicilia.

La catena di ipermercati conta 51 sedi in tutta Italia per un totale di 11.422 dipendenti. Solo in Sicilia ci sono 6 punti vendita (Palermo, Carini (Pa) Melilli (Sr) e tre in provincia di Catania) per un totale di 1137 dipendenti di cui 267 a rischio.

La segretaria regionale siciliana della Uiltucs, Marianna Flauto ha reso noto che per il 9 maggio 2015 i sindacati hanno proclamato una giornata di sciopero in tutta Italia con ulteriori iniziative a livello regionale. Secondo Marianna Flauto il modo di gestire l’azienda è incomprensibile viste le perdite registrate, frutto di politiche aziendali sbagliate di cui non possono essere i lavoratori a farne le spese. Tra le ragioni dei licenziamenti, Auchan indica pratiche di concorrenza sleale, soprattutto al Sud, dove nella grande distribuzione molti operatori economici non applicano i contratti collettivi di categoria nazionale; oppure applicano i contratti part-time mentre il personale lavora full time. Se il mercato è drogato, devono essere potenziati i controlli, non possono essere i lavoratori a farne le spese.

Tra le regioni più penalizzate la Sicilia. “L”azienda ha fatto il conto senza l’oste”, dice a Radio 24 Marianna Flauto, segretaria regionale della Uiltucd. “Non può pensare di recuperare le perdite sulla pelle dei lavoratori, deve capire dove sono stati fatti errori da parte dell’azienda”.

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *