Enza Ansalone

Bce, aumentano le erogazioni di mutui

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

29lug-Casaemutui-Bce,-aumentano-le-erogazioni-di-mutuiSono stati resi pubblici i dati relativi a giugno per quanto riguarda le erogazioni di mutui alle famiglie nell’Eurozona. E sono positivi: rispetto al +1,4% di maggio, il valore si è infatti attestato sul +1,6%. Depurando inoltre dagli effetti di cessioni e cartolarizzazioni il dato arriva al +1,7%.
I bassissimi tassi di interesse e il piano di stimolo della Banca Centrale Europea continuano quindi a operare in direzione di un più facile accesso ai finanziamenti per la prima casa, ma il dato rientra anche in un miglioramento complessivo degli indicatori economici. In genere, i prestiti al settore privato sono infatti aumentati dal +0,9% di maggio al +1,2% del mese successivo, mentre si è ridotta la contrazione del credito concesso alle imprese, comunque sempre negativo e passato da -0,3% a -0,2%.
Sempre secondo la BCE il generale aggregato monetario M3 ha fatto segnare un +5%, valore identico a quello di maggio e solo di poco inferiore alle attese medie. Lo scenario, quindi, a parere di vari analisti è ora favorevola a una risalita degli investimenti.
Anche per Kiron Partner, gruppo Tecnocasa, il trend è di crescita. L’azienda ha infatti intermediato mutui per un totale di 500 milioni di euro circa nei primi 6 mesi del 2015, con un aumento del 56% rispetto allo stesso periodo del 2014 e con valori positivi anche relativamente all’incremento dei settori assicurazioni e cessione del quinto.
Dove invece ci sono un po’ di timori è a proposito del recepimento in Italia della Direttiva europea sui mutui dallo scorso 2 luglio, che dovrà diventare operativa entro il 21 marzo 2016 tramite decreto. Il rischio è che possa essere reinserita la penale sull’estinzione anticipata e dare così un duro colpo al mercato delle surroghe, cioè la portabilità gratuita dell’ipoteca per trasferire un mutuo da una banca all’altra e che soprattutto in questi ultimi mesi è stata una delle voci più positive nel settore dei mutui. Il potenziale passo indietro di 10 anni sui diritti dei clienti ha già sollevato l’allarme di politica e associazioni. Per trovare il mutuo più vantaggioso tra quelli disponibili sul mercato, comunque, il modo migliore è sempre quello di consultare il comparatore di SosTariffe.it.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *