Enza Ansalone

FISCO / avvisi preventivi come fare a mettersi in regola

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
avviso preventivo

avviso preventivo

In applicazione di quanto fissato nella Legge di stabilità i contribuenti che hanno ricevuto un avviso potranno consultare le informazioni in possesso del Fisco tramite il sito dell’Agenzia delle entrate, e comunicare eventuali dati in modo tale che se ci fossero delle irregolarità si possa accedere al ravviamento.

Sul sito dell’Agenzia delle entrate si potrà consultare il cassetto fiscale aggiornato agli studi di settore 2011-2013. Si ricorda che gli inviti non avvengono per lettera ma per mail, Pec o sms, e sono trasmesi direttamente agli interessanti. Si contano circa 190 mila avvisi per anomalie riscontrate nei dati dichiarati in base agli studi di settore. Una volta ricevuto l’avviso si potranno dare gli opportuni chiarimenti usando i software a disposizione sul sito dell’Agenzia delle entrate e accedendo così alle informazioni ivi presenti. Se si riscontrano errori o omissioni ci si potrà mettere in regola con il ravvidamento operoso.

Ne dà notizia l’Agenzia in una nota in cui si sottolinea che è stato firmato il provvedimento con il quale “viene definito il pacchetto di dati a disposizione dei contribuenti soggetti agli studi e fissate le modalità di dialogo preventivo con il Fisco” con l’obiettivo di “più informazioni condivise e obiettivo ‘zero controlli’ per i contribuenti soggetti agli studi di settore”.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *