Enza Ansalone

Striscia la notizia / Codacons si costituisce parte civile

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Fabio e Mingo sospesi

Fabio e Mingo sospesi

Si aggrava la posizione di Fabio e Mingo, dopo la denuncia di Striscia la notizia, il Codacons che rappresenta i telespettatori si è costituito parte civile.

I celebri inviati pugliesi del tg satirico sono indagati per simulazione di reato. Striscia la notizia ha prima sospeso e poi licenziato Fabio e Mingo colpevoli di aver messo in scena dei falsi servizi. Per ora verrebbe contestato un servizio, in relazione al quale sono indagate anche altre persone tra cui un attore che si sarebbe finto avvocato. Striscia sta comunque controllando circa 10 serivzi.

Mediaset e Antonio Ricci accusano Fabio e Mingo di truffa.

Per saperne di più puoi leggere il nostro articolo Fabio e Mingo sospesi e licenziati da Striscia.

«Striscia la notizia – si legge in una nota del Codacons – è da sempre una trasmissione dedita alla difesa dei cittadini e alla denuncia di truffe. Per tale motivo, se dalle indagini della procura di Bari dovessero emergere illeciti, si determinerebbe, oltre al danno per il programma, una grave lesione della buona fede dei telespettatori». «Esprimiamo solidarietà e vicinanza ad Antonio Ricci e a tutto il team della trasmissione – dice Carlo Rienzi, presidente dell’associazione dei consumatori – e ci costituiamo parte offesa nel procedimento aperto dalla magistratura, affinché i diritti degli utenti siano garantiti anche sul fronte televisivo e dell’informazione».

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *