Gabriella Cavaliere

Pino Daniele / la morte raccontata da Amanda Bonini

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pino Daniele e la compagna

Pino Daniele e la compagna

Ancora non è stata fatta luce sulla morte di Pino Daniele, l’inchiesta aperta dalla procura di Roma che indaga per omicidio colposo non ha dato allo stato attuale, nonostante l’autopsia, alcun risultato. L’attesissimo responso dell’autopsia ha confermato la morte per insufficienza cardiaca ma non ha dato alcun altro elemento utile al fine di dimostrare, liddove l’infartuato fosse stato portato nell’ospedale più vicino, se le sue sorti potevano essere diverse.

Intanto nell’occhio del mirino è l’attuale compagna di Pino Daniele Amanda Bonini che si apre alla stampa e dichiara quanto avvenuto quella notte:

Fu Pino ad ordinarmi di portarlo subito a Roma…. Quella sera è entrato in macchina con le sue gambe dopo avere parlato anche con il suo cardiologo. Ho fatto quello che mi ha ordinato di fare. Tenevo alla sua vita più che alla mia. Ho messo a repentaglio la mia vita per inseguire l’unica possibilità che avevo di salvarlo”.

L’ex moglie di Pino Daniele Fabiola Sciabbarrasi, dal canto suo, dal primo momento dalla morte del cantante è subito apparsa al quanto sospettosa sostenuta anche dal medico legale Luisa Regimenti, presidentessa dei medici legali italiani e consulente di parte, la quale ha lasciato “passare” alcune sue affermazioni da cui si rileva che Pino Daniele si sarebbe potuto salvare, con un intervento tempestivo.

Intanto le ceneri del defunto sono attualmente a Napoli dove resteranno deposte fino al 12 gennaio presso la Sala dei Baroni al Maschio Angioino per dare la possibilità a quanti lo hanno amato di rendergli un ultimo saluto.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *