Gabriella Cavaliere

INFLUENZA 2015 / contagi in calo ma non abbassiamo la guardia

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Influenza

Influenza

Contrariamente alle previsioni che vedevano nelle festività natalizie un’alta percentuale di persone colpite da influenza, allo stato attuale il Centro Europeo di Controllo delle malattie (Ecdc) ha registrato un’incidenza continentale leggermente superiore al 10% sul consueto campione cavia. In Italia nello specifico il rapporto stilato dal Ecdc ha evidenziato come i casi accertati sono 236 su 100 mila assistiti nella settimana che andava dal 22 al 28 dicembre 2014.

Tuttavia è presto per cantare vittoria, in quanto i dati segnalano solo un rallentamento del contagio, sebbene pare accertato che l’influenza quest’anno non sia particolarmente virulenta. Sicuramente le condizioni meteo che registrano temperature particolarmente miti tendono ad inibire la diffusione di stati influenzali da raffreddamento.

Gli esperti tuttavia ci invitano a non abbassare la guardia e a non prendere sottogamba sintomi quali ad esempio febbre alta e persistente, difficoltà respiratorie, vomito, diarrea e senso di spossatezza.

Risulta essere fondamentale al fine di prevenire la diffusione dell’influenza adottare una serie di profilassi igieniche come ad esempio lavarsi bene le mani con detergenti disinfettanti, coprirsi la bocca in caso di colpi tosse e starnuti, non condividere posate e bicchieri e non frequentare luoghi troppo affollati e non ben areati.

Inoltre fate attenzione ai colpi d’aria vestitevi a cipolla coprendo bene naso e bocca ed evitate di uscire nelle ore più fredde. Una sana alimentazione ci aiuta poi ad alzare le difese immunitarie, mangiate perciò molta frutta e verdura che facilitano l’assimilazione di vitamina c e  assumente alimenti ricchi di zinco e selenio che si trovano in cibi quali   la carne, il pesce e le  uova.

Facebook Comments

One Response to INFLUENZA 2015 / contagi in calo ma non abbassiamo la guardia

  1. Fabio gennaio 7, 2015 at 3:44 pm

    Salve,

    ho 36 anni e non avevo l’influenza da 5. Dopo tre giorni di febbre (minima 37.9, massima 39.4) oggi sto leggermente meglio (37.2 di media).

    A parte i sintomi classici, non pensavo di dover far fronte a 72 ore con la temperatura così alta.

    Non sono vaccinato.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *