Gabriella Cavaliere

FUMO / verranno introdotti nuovi divieti in spiaggia, auto e parchi pubblici

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Divieto fumo

Divieto fumo

Guerra ai fumatori che non potranno fumare in spiaggia, in auto e nei pachi pubblici. Son queste alcune delle novità che a breve verranno introdotte in tema di divieto di fumo.

Per i fumatori in arrivo nuovi divieti, il Ministro della Salute Lorenzin ha pensato bene di voler tutelare ulteriormente i bambini e i non fumatori introducendo nuovi vincoli e prevedendo il divieto di fumo nei parchi pubblici, nelle spiagge, in auto se ci sono bambini, negli stadi e persino nei film e nelle trasmissioni televisive italiane.

Se tale idea dovesse andare in porto l’Italia, al pari di altri paesi dove è proibito fumare in tutti gli ambienti pubblici anche all’aperto, sarebbe un paese particolarmente all’avanguardia per quel che riguarda le politiche atte alla tutela dei non fumatori e al contrasto alla dipendenza.

In materia il Ministro della salute Lorezin così si è espressa:

“La dipendenza da qualsiasi sostanza è una brutta bestia, difficilissima da sconfiggere. La legge Sirchia ha fatto un piccolo miracolo e oggi nessuno penso voglia tornare indietro. Si può ancora fare molto perché, dati alla mano, si nota un aumento dei fumatori fra i giovanissimi, 11-12 anni”.

Ma la lotta al fumo non si esaurisce solo con l’incremento dei divieti, sul sito del ministero della Salute di fatti già è stato annunciato che per il futuro  sono previsti un innalzamento dei prezzi dei tabacchi.

A contrasto poi alla diffusione delle forme di dipendenza saranno a breve realizzate una serie di campagne di sensibilizzazione contro alcol, fumo, droghe ma anche volte al contrasto della diffusione delle malattie sessualmente trasmesse.

L’ex ministro Sirchia precursore della prima legge sul fumo in merito a tale questione ha sostenuto:

“Non sono solo le istituzioni a doversi impegnare  ma è la società che difende i principi della vita. E la legge sul fumo lo ha dimostrato. E’ importante agire sui giovani”.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *