Gabriella Cavaliere

Dimagrire / con la “pillola del pasto immaginario”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Dieta

Dieta

E’ il sogno nascosto di uomini e donne dimagrire senza alzare un dito, a quanto pare e possibile. Oltre l’inverosimile eppure è vero è stata ideata una pillola che favorisce la perdita di peso in quanto produce la convinzione di aver consumato un pasto e di conseguenza induce il corpo a bruciare calorie.

A ideare questa particolare pillola un gruppo di studiosi della California del Gene Expression Laboratory del Salk Institute di La Jolla che hanno pubblicato gli esiti delle loro ricerche sulla rivista scientifica Nature Medicine.

Uno dei coordinatori dello studio il Dottor Ronald Evans così ha commentato questo farmaco:

“Questa pillola è come un pasto immaginario: invia gli stessi segnali che normalmente partono all’interno dell’organismo quando si ingeriscono grandi quantità di cibo. Per poterlo immagazzinare il corpo, sulla base di questi segnali, inizia a sgombrare lo spazio. Ma in questo caso le calorie non ci sono. E non c’è nessun cambiamento dell’appetito”.

La pillola, ancora in fase di sperimentazione su cavie animali, si basa su di una molecola denominata fexaramina la quale riesce a diminuire i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue e a minimizzare l’infiammazione. Nello specifico la fexaramina agisce sul recettore farnesoide X (Fxr), una proteina che gioca un ruolo importante nel processo attraverso cui il corpo rilascia acidi biliari dal fegato, digerisce il cibo e immagazzina grassi e zuccheri. Il farnesoidesi si attiva all’inizio di un pasto e spinge l’organismo a bruciare grassi per prepararsi ad all’assunzione di altro cibo.

La sperimentazione di questa pillola su topi per cinque settimane ha dato dei buoni risultati in quanto ha evidenziato come i roditori hanno subito un accelerazione metabolica che ha reso possibile la trasformazione nel loro organismo di masse adipose  bianche in una forma adiposa “bruna” la quale risulta essere più facilmente bruciabile.

Questa nuova pillola risulta essere particolarmente importante per il trattamento futuro dell’obesità umana e delle patologie metaboliche ad essa correlata.

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *