Gabriella Cavaliere

Obesità / Sovrappeso: una proteina per combatterli

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Obesità

Obesità

E’ stata scoperta una proteina in grado di contrastare il sovrappeso e l’obesità. Cerchiamo di capire di cosa si tratta antipando che basta inibire la produzione questa proteina per ottenere una consistende perdita di peso.

La scoperta fà capo ad uno studio condotto dall’Università cattolica di Louvain del Belgio e i cui risultati sono stati resi noti attraverso la rivista Nature Communication.

Lo studio ha rilevato come una proteina del sistema immunitario dell’intestino denominata MyD88 svolge un’azione fondamentale nella regolazione del peso corporeo. Inibendo la funzionalità della proteina MyD88 di fatti si può ottenere una perdita di peso con conseguenti vantaggi sulle patologie legate all’obesità quali ad esempio il diabete di tipo 2.

La ricerca Belga che ha visto una serie di sperimentazioni su cavie di laboratorio “obesi ” e con diabete di tipo 2 ha rilevato che a fronte dell’inibizione della suddetta proteina solo nelle cellule che ricoprono l’intestino, il metabolismo si è accelerato di conseguenza lo sviluppo di masse adipose è diminuito così come gli stati infiammatori tipici dell’obesità con una notevole azione protettiva nei confronti del diabete di tipo 2.

Gli studiosi dell’Università cattolica di Louvain hanno così commentato i risultati ottenuti:

“Il nostro lavoro identifica MyD88 nell’epitelio dell’intestino come un sensore che modifica il metabolismo dell’ospite a seconda dello stato nutrizionale e abbiamo dimostrato che colpire MyD88 nell’epitelio dell’intestino rappresenta un possibile bersaglio terapeutico contro l’obesità e i disturbi associati”.

Ovviamente prima che tale scoperta abbia un impatto sull’obesità umana bisogna attendere ulteriori sperimentazioni, tuttavia un passo avanti in materia è stato fatto evidenziando una correlazione tra il sistema immunitario intestinale e la regolazione del peso.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *