Gabriella Cavaliere

Ebola / peggiorano le condizioni del medico italiano

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ebola

Ebola

Roma – Continuano a peggiorare le condizioni di salute del medico italiano di Emergency affetto da ebola. Il medico siciliano, che prestava servizio volontario in Sierra Leone è stato rimpatriato e ricoverato lo scorso 25 novembre  ed è ricoverato presso l’ospedale Spallanzani di Roma specializzato in malattie infettive, inizialmente reagiva bene alle terapie alle quali era stato sottoposto.

Nello specifico il medico è stata trattato con una terapia farmacologica di tipo sperimentale, autorizzata dall’Agenzia italiana del farmaco. La suddetta terapia vedeva il ricorso a un farmaco di tipo antivirale, con un plasma prelevato da pazienti che hanno avuto il virus dell’ebola e che sono potenzialmente “guariti” insieme ad altri due farmaci che agiscono sul sistema immunitario.

Nella giornata di ieri le condizioni cliniche sono sensibilmente cambiate destando da subito molta preoccupazione. La febbre è tornata anche abbastanza alta e sono comparsi  durante il pomeriggio persistenti difficoltà respiratorie. In serata l’equipe medica dello Spallanzani, a fronte di ulteriori complicanze è intervenuta sottoponendo il paziente ad una respirazione di tipo assistita.

Il medico fortunatamente ha superato la notte ma attualmente la prognosi rimane ancora riservata.

Il dottor Giuseppe Ippolito direttore scientifico dello Spallanzani così si è pronunciato:

“esiste ancora qualche opzione terapeutica che è possibile considerare, tuttavia, tutto va valutato in base alle condizioni del paziente”.

A questo punto non ci resta che sperare e aspettare  le prossime ore che saranno fondamentali per meglio capire quale sarà l’evoluzione delle condizioni del paziente italiano numero zero.

Per chi fosse preoccupato e volesse ricevere maggiori informazioni sul virus dell’ebola consigliamo di leggere il nostro articolo sul numero verde 1500

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *