Gabriella Cavaliere

Simil Influenza / tutti a letto!

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Influenza

Influenza

Nel giro di pochi giorni 90 mila persone sono a letto con l’influenza o meglio come dicono gli esperti con la simil influenza, una condizione che prevede raffredore, tosse, pesantezza di testa e apatia, determinati da un singolare autunno fatto di repentini e frequenti cambi di temperature. La simil influenza che di fatto è una sorta di influenza a tutti gli effetti, ma di minore intensità tuttavia non è da prendere sottogamba, metterà sotto le coperte 6 milioni di italiani i quali si potranno curare, salvo complicanze, solo con riposo e con quei farmaci volti a diminuire l’antipatica sintomatologia.

Con la comparsa del freddo persistente i virus parainfluenzali lasceranno il posto all’influenza vera e propria che comincerà a diffondersi a partire da inizio dicembre registrando il picco di massima diffusione proprio a cavallo di Natale, ma non temete quest’anno l’influenza non sarà particolarmente virulenta e forse con un pò di attenzione c’è la possiamo anche scampare. A tal fine si consiglia alla popolazione a rischio quali bambini, anziani, imunorepressi, operatori sanitari di vaccinarsi entro in metà novembre in modo da dare il tempo al vaccino di entrare a pieno regime protettivo.

Fondamentale, come strumento preventivo, è anche la cura della  nostra alimentazione che può favorire e potenziare le difese immunitarie a tal proposito si consiglia una dieta ricca di frutta e verdura di stagione. Importante e poi per evitare la diffusione dei contagi implementare quanto più possibile alcune semplici regole igieniche sanitarie come lavarsi spesso le mani con detergenti contenenti agenti disinfettati e mettersi le mani davanti alla bocca in caso di starnuti o colpi di tosse.

Inoltre mi permetto di suggerirvi che nel caso in cui vi beccate l’influenza per le cure rivolgetevi ad un medico e non ricorrete al fai da te e all’automedicazione specialmente con farmaci quali gli antibioteci.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *