Gabriella Cavaliere

Dieta vegetariana / vantaggi e rischi per la salute

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Dieta vegetariana

Dieta vegetariana

La dieta vegetariana è un regime alimentare che prevede il consumo pressoché esclusivo di alimenti di origine naturale e la privazione totale di carne, pesce, crostacei e molluschi sono altresì “permessi” prodotti di origine animale quali latte, uova, formaggi e miele.

Una versione più estrema della dieta vegetariana risulta essere la dieta vegana che prevede l’eliminazione dalla dieta di qualsiasi prodotto di origine animale.

Oggi i regimi alimentari vegetariani o vegani sono diventati molto di moda alla base di tale scelte alimentari ci sono diversificate motivazioni di natura ideologica religiose o più semplicemente salutari.

In effetti una dieta di questo tipo, se ben pianificata e programmata, presenta una serie di vantaggi per la nostra salute minacciata continuamente da patologie correlate all’obesità.

Nello specifico una dieta vegetariane riduce sensibilmente il rischio di sviluppare patologie quali:

  • il diabete in quanto questo tipo di alimentazione implica un alta presenza di fibre e carboidrati complessi e al contempo priva di grassi, condizioni queste funzionale a limitare la concentrazione di zuccheri nel sangue;
  • le patologie cardiovascolari, come ad esempio ictus aterosclerosi e infarti, in quanto il regime vegetariano favorisce l’introduzione nel nostro corpo di alimenti quali frutta e verdura ad alto contenuto di potassio, antiossidanti, acido linoleico e folati che inibiscono la produzione di colesterolo e gli stati d”ipertensione;

Tuttavia le diete vegetariane e in particolarmente quella vegana presentano anche qualche rischio che riguardando essenzialmente la mancanza di alcuni nutriente che favoriscono la carenza di ferro, della vitamina B12, della vitamina D e del calcio.

E’ tuttavia possibile, anche per i vegani, ridurre il rischio di carenze proteiche e di calcio includendo nella dieta abbondanti quantità di alimenti vegetali ricchi di proteine (legumi, frutta secca, cereali integrali) e calcio (vegetali a foglia verde).

Fondamentale inoltre risulta essere fondamentale per  i vegetariani sottoporsi regolarmente ad alcuni esami del sangue in modo tale che determinate carenze possono essere compensate con adeguati integratori prima che possano determinare qualche stato patologico.

 

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *