Gabriella Cavaliere

Tumore Ovarico / 35 modelli oggetto di studio

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Tumore ovarico

Tumore ovarico

L’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano ha realizzato un cospicuo  e particolare studio che ha ha visto il trapianto di  35 tumori ovarici umani, aventi caratteristiche e specificità diverse, in topi immunodepressi al fine di riprodurre fedelmente le caratteristiche genomiche e biologiche di ogni carcinoma ovarico. La sperimentazione è finalizzata ad avere “materia prima” atta allo studio delle diverse forme di tumore ovarico e al contempo disponibile per effettuare test volti alla elaborazione di terapie diversificate e personalizzate.

Il dottor Mario Negri uno degli autori del progetto sostiene:

“Il carcinoma ovarico è una neoplasia molto complessa con distinte caratteristiche isto-patologiche e genetiche, per cui non può più essere considerato una singola patologia, ma una serie di malattie differenti. La possibilità che questi tumori umani siano trapiantabili in altri topi ci permette di continuare a studiare quel particolare tumore anche dopo la terapia e stabilire in seguito altri tipi di trattamento. Si aprono, in tal modo, nuove prospettive per migliorare il trattamento del tumore ovarico”.

“Altri ricercatori hanno usato modelli di questo tipo per altri tumori, per esplorare le diversità del cancro e studiare nuove cure. Questo è uno dei pochi studi che è riuscito a collezionare così tanti modelli di carcinoma ovarico, confrontandoli col tumore della paziente da cui originano”.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Cancer Researc, vanta preziose collaborazioni con diverse istituzioni scientifiche quali  i reparti di Ginecologia e Ostetricia e Anatomia Patologica dell’Ospedale San Gerardo di Monza-Università Milano Bicocca, il Laboratorio di Genomica del Cancro della Fondazione Tempia-Valente di Biella e infine l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *