Laura Celentano

Lilli Gruber: torna in tv per presentare “Tempesta”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
E’ in arrivo Tempesta nuovo libro di Lilli Gruber

E’ in arrivo Tempesta nuovo libro di Lilli Gruber

Lilli Gruber, giornalista, conduttrice televisiva per il canale La 7 (del programma Otto e mezzo) e scrittrice, ci presenta il suo nuovo libro Tempesta: Contemporaneamente la Gruber annuncia che questa settimana – il 27 ottobre -ritornerà in tv.

Tempesta, edito da Rizzoli, sarà nelle librerie a partire da domani 22 ottobre. Il libro fa seguito all’altro suo libro che ha riscosso molto successo nel 2012: Eredità.

La storia è ambientata negli anni compresi tra il 1940 ed il 1945, quindi il contesto storico è quello della Seconda guerra mondiale quando il nazismo dilaga in Europa. Nella narrazione la Gruber dice di aver affiancato dei personaggi di fantasia ad alcuni personaggi reali: Hella Rizzolli, la protagonista, per esempio, è la prozia della Gruber.

Tempesta la trama. Pinzon, 1940. Hella insegna e vive la sua storia d’amore con Wastl fin quando, allo scoppio della guerra, il ragazzo è chiamato al fronte, dopo che insieme hanno trascorso una settimana d’amore a Berlino. Sul treno che la riporta a casa incontra Karl, un falsario che trova riparo tra i monti del Sudtirolo. Tuttavia nemmeno questo si rivelerà un rifugio sicuro: nel 1943 inizia l’occupazione della Germania. La casa della nonna di Hella diventerà proprio la base del comando tedesco e, successivamente, degli alleati.

Hella, che aveva ancora creduto nel Fuhrer, è costretta ad abbandonare le proprie speranze ed i propri ideali.

Lilli Gruber

Lilli Gruber

La Gruber, ancora una volta, ci sorprende con un racconto che combina la componente tragica – che riguarda il popolo Sudtirolese ed il mondo intero – con la narrazione d’avventura, in un alternarsi e susseguirsi di scene da fiction, ricerche ed interviste; amore e guerra.

L’autrice ha espresso il particolare legame con quest’opera e l’intento di ricordarci, con essa, una triste pagina del nostro Continente : “Questo libro, più intensamente mio di qualsiasi altra cosa io abbia mai scritto, è un’esplorazione personale del peggiore incubo della nostra memoria collettiva”.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *