Redazione

La casa-pannello solare

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dove sono i pannelli solari, sul tetto? No: ovunque. Diciamo pure addio al volto classico del fotovoltaico casalingo, con i pannelli in cima alla casa per ricevere al meglio la luce del sole: grazie a una tecnologia messa a punto da una collaborazione tra l’Università Milano-Bicocca e il Laboratorio Nazionale di Los Alamos, nel New Mexico, anche finestre e facciate potranno diventare pannelli solari, aumentando così quasi esponenzialmente il potenziale di una singola unità abitativa.

29apr-Casaemutui-La-casa-pannello-solareIl merito è tutto di speciali nanoparticelle fluorescenti che possono essere applicate su lastre di plexiglass: concentratori solari che si basano su particelle cromofore e si basano sul fenomeno della riflessione totale interna, non dissimile a quello delle fibre ottiche. Piccole celle solari lungo gli spigoli trasformano in energia elettrica la luce e quindi scegliendo accuratamente il colore del dispositivo e il grado di trasparenza è possibile trasformare in elementi fotovoltaici anche le normali finestre.

I costi? Dovrebbero essere limitati, pari a quelli del fotovoltaico tradizionale. Una nuova tecnologia, quella sviluppata dai laboratori della Bicocca e di Los Alamos, che offrirà nuove opportunità per il design e la green architecture. E per chi vuole risparmiare già da ora con l’energia pulita, c’è il comparatore di SosTariffe.it.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *