StefaniaGu

Cancellata l’Imu quali nuove tasse ci aspettano?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ieri è arrivata finalmente la notizia tanto attesa riguardante la cancellazione della tassa sulla prima casa, tristemente nota come IMU.

Il Governo ha approvato il Decreto Legge che prevede la cancellazione della prima rata, prevista a settembre, sulle prime case ed i terreni agricoli, rinviando al prossimo 15 ottobre, con la Legge di Stabilità, l’eliminazione del saldo di dicembre.

Ma ad attendere i contribuenti nel 2014 vi sarà la Service Tax, il cui obiettivo, come lo stesso Letta ha dichiarato, sarà quello di assorbire Imu e Tares  in un’unica tassa, anch’essa definita ad ottobre con la Legge di Stabilità.

Comunque, secondo le linee guide già definite, sembra che la Service Tax servirà a pagare la raccolta dei rifiuti ed i cosiddetti servizi indivisibili, attualmente previsti dalla Tares.

La prima parte dovrà consentire la copertura dei costi inerenti la raccolta dei rifiuti e verrà pagata secondo i metri quadrati della propria abitazione, mentre per la seconda (servizi indivisibili) i comuni potranno scegliere quale base imponibile, la rendita catastale o la superficie.

Quest’ultima sarà a carico sia del proprietario dell’immobile che dell’inquilino.

Non ci resta che attendere il 15 ottobre per comprendere meglio cosa veramente il Fisco ci riserverà nel 2014.

cancellazione imu

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *