StefaniaGu

Imu:stangata anche per negozi e botteghe

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mancano pochissimi giorni, ormai, al pagamento del saldo IMU che non peserà soltanto sul bilancio delle famiglie italiane ma anche, ed in modo notevole, su quegli immobili destinati a negozi e botteghe.

L’ allarme è stato lanciato dalla Confesercenti, la quale evidenzia l’ esistenza di circa 2 milioni di unità immobiliari accatastate con categoria C1 e che sono per la quasi totalità di proprietà di persone fisiche.

Una parte di questi locali adibiti a negozi vengono utilizzati direttamente dai rispettivi proprietari per le loro attività, mentre il restante è detenuto in locazione.

Il prelievo derivante dall’ IMU equivarrà a circa 1 milione di euro in più rispetto ai 700 milioni della vecchia Ici, una spesa, dunque, di quasi 1,8 miliardi colpirà negozianti e piccoli imprenditori.

Ma perchè la nuova tassa è così gravosa per negozi e botteghe? sempre secondo la Confesercenti, i motivi sono da ritrovarsi in 3 fattori, ovvero l’ aumento di base imponibile, dovuto all’ applicazione di un coefficiente più elevato e da calcolarsi sulla rendita catastale rivalutata; l’aumento dell’ aliquota standard fissata allo 0,76% e l’ aumento di aliquota deciso da ciascun Comune.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *